LAVORO FORMAZIONE EVENTI PUBBLICAZIONI SALA STAMPA MAGAZINE CONTATTI

blocchi_inside

"È in fase di definizione, per la prossima sottoscrizione, il nuovo Accordo per la valorizzazione del sistema scientifico dei Centri di ricerca nazionali ed internazionali, delle Università e dei Parchi scientifici e tecnologici presenti in Friuli Venezia Giulia.." [...]

 

Intervista a Francisco Baralle che si appresta a passare la carica a Mauro Giacca.

 

Realizzato un progetto a lungo inseguito da EvK2CNR: è stata installata ed è operativa l’Everest  Seismic Station - Pyramid.

 

Enrico Alleva, dell’Istituto Superiore di Sanità, presenterà i risultati delle sue ultime ricerche in una conferenza pubblica alla SISSA.


 

La SISSA partecipa a un studio internazionale sull’espressione del genoma tracciando una mappa di come i geni variano nei tessuti biologici.

 

Le stelle, per certi versi, possono essere descritte in maniera molto semplice....

 

Toccabili con mano i risultati concreti di tre progetti di ricerca industriale pluriennali per l’inclusione sociale delle persone anziane e disabili.
Due appartamenti-test dimostrano che l’ingresso in casa di riposo può essere ritardato quando non evitato.

 

Lo dicono la scienza e l’esperienza “sul campo”: sono la cultura e la conoscenza le vere risposte da dare al razzismo. Il ministro Kyenge alla SISSA per la conferenza “Neuroscience of Racism” con Elisabeth Phelps, neuroscienziata della New York University.


Maggiore efficienza nella riduzione delle emissioni inquinanti, nella produzione di materiali e di energia: Università di Trieste con collaborazioni in USA che ha messo a punto un metodo semplice ed efficace per comprendere come funzionano i catalizzatori eterogenei.

 

Le Valutazioni sulla Qualità della Ricerca pubblicate dall’ANVUR confermano la SISSA al primo posto per tutti tre i suoi settori di ricerca. Un risultato senza pari in Italia, che dimostra l’altissima qualità nelle pubblicazioni scientifiche della Scuola.

 

Business, networking e convivialità saranno al centro di una serie di eventi che avrà luogo il 23 luglio 2013 in AREA Science Park. L’occasione è l’arrivo a Trieste di Barcamper, il programma per le startup finalizzato all’accelerazione e alla creazione d’impresa, attraverso la ricerca sul territorio di idee ad elevato impatto.

 

“Si tratta di un evento importante, uno dei punti forti del programma di Trieste Estate una sorta di sperimentazione di quello che potrà essere il futuro centro per la scienza nell'ex Pescheria. È come una finestra su quello che Trieste ancora non è ma un giorno sarà.."


  [X]
 

ARGINI SOTTO STRESS: STUIO OGS/UniPD PER PROTEGGERE LE PIANURE DA FIUMI E TORRENTI

Valutare lo stato di salute degli argini fluviali è un servizio di estrema importanza per la popolazione, perché un adeguato contenimento rappresenta la migliore forma di difesa del territorio e degli insediamenti urbani dai fenomeni di alluvionamento. In molte regioni, e in particolare nella pianura veneto-friulana, gli argini di contenimento sono l’unico ostacolo che impedisce alle acque di defluire senza controllo, dunque l’unica protezione per le popolazioni che vivono nei pressi di corsi d’acqua.

L’OGS (Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale) e il Dipartimento di Geoscienze dell’Università di Padova hanno messo a punto un sistema di valutazione dello stato degli argini che si basa sull’analisi congiunta di dati geofisici del corpo dell’argine, e di dati ottenuti mediante telerilevamento sull’interazione tra l’argine stesso e i sedimenti sottostanti presenti nella pianura alluvionale. Si tratta di un esempio positivo di come la ricerca possa tradursi in un servizio per i cittadini e le comunità che vivono in zone a rischio.

“Il protocollo che l’OGS ha messo a punto, collaborando con il gruppo del professor Aldino Bondesan del Dipartimento di geoscienze dell’Università di Padova, permette di studiare e descrivere la struttura complessiva degli argini, dalla superficie – cioè dal piano-campagna - a una profondità di 6-7 metri” spiega Roberto Francese, geofisico di OGS. L’indagine, in sintesi, serve a capire se l’argine è argilloso – e dunque garantisce una buona tenuta all’acqua – o se invece sono presenti sabbie e limo, ma anche scavi di roditori (nutrie, per esempio), che destabilizzano l’intera struttura creando vie alternative ove l’acqua può filtrare.

Il protocollo chiamato EMAR integra l’uso di onde radar, che individuano cavità e cunicoli presenti in superficie, con l’induzione elettromagnetica, che analizza l’intero spessore dell’argine evidenziando la presenza di zone sabbiose. A questa prima fase del rilevamento viene abbinata la tomografia elettrica in corrente continua, che precisa meglio le anomalie rilevate permettendo agli esperti di progettare l’intervento di risanamento.

“L’apparecchiatura che svolge il rilevamento – sottolinea Francese – viene montata su mezzi motorizzati permettendo di esaminare decine di chilometri di argini al giorno”. Finora il protocollo è stato testato sui fiumi Piave, Serraglio, Chiampo, Ceresone e Aldegà, che in anni recenti sono stati teatro di piene. In futuro si auspica che venga applicato sistematicamente anche ai fiumi del FVG.
Come fa rilevare ancora Francese, un intervento generico di diaframmatura – messa in sicurezza di un argine – costa decine di milioni di Euro al chilometro. Applicando il protocollo messo a punto dall’ente si può intervenire solo nei punti in cui effettivamente serve, con notevole risparmio di risorse pubbliche.
“Con le sue attività di ricerca che, spesso, si traducono in servizi, l’OGS dimostra che la scienza può e deve diventare uno strumento al servizio della popolazione” osserva Maria Cristina Pedicchio, presidente dell’Istituto. “Lo studio degli argini a fini di risanamento ma, soprattutto, di prevenzione conferma che gli investimenti nella scienza sono indispensabili e fa dell’OGS un ente sempre presente sul territorio nazionale, in linea con il pensiero del Ministro dell’istruzione Profumo”.

Fonte: Ufficio Stampa OGS

Pubblicato il 10/07/2012
 

Google
 
Cerca in Sala Stampa
Cerca in Pubblicazioni
UPDATE
RSS

12.03  07/10/2014

RICERCA:SERRACCHIANI, IL FVG ESPORTA RICERCA, ATTRAE "CERVELLI"

11.17  27/06/2014

UNA SOLUZIONE SEMPLICE PER I BIG DATA

15.46  26/06/2014

STUDIARE I GEMELLI PER CAPIRE IL PREGIUDIZIO

11.15  23/06/2014

GESTI CHE PARLANO

PERCORSI