LAVORO FORMAZIONE EVENTI PUBBLICAZIONI SALA STAMPA MAGAZINE CONTATTI

SISTEMA TRIESTE   -   istituzioni
 
altre realtà

[X]

 
 

DITENAVE - Distretto Tecnologico Navale e Nautico del Friuli Venezia Giulia

 


Via C. Cosulich, 20
I - 34074 Monfalcone (GO)
Tel. 0481-723440
Fax. 0481-721137

Direttore Operativo
Sergio Bisiani

  sergio.bisiani@ditenave.it

Segreteria
Jenny Fattorusso

jenny.fattorusso@ditenave.it

 ditenave@ditenave.it

www.ditenave.it

 

L'idea di creare un Distretto tecnologico del settore navale e nautico (DITENAVE) nel Friuli Venezia Giulia è nata alcuni anni fa a fronte della presenza di un insieme di fattori concomitanti, riassumibili nell’esigenza espressa dalle imprese di sviluppare il proprio potenziale in settori ad alto contenuto tecnologico per essere maggiormente competitive su un mercato di dimensioni mondiali.

Il comparto navale esprime una delle specializzazioni tradizionali della regione ed ha sviluppato nel tempo forti legami e interdipendenze con altri settori dell’economia regionale.
La cantieristica, rappresentata essenzialmente da Fincantieri, assicura costanti carichi di lavoro alle imprese dell’indotto, spesso PMI, favorendo la loro crescita attraverso lo sviluppo tecnologico e organizzativo. Gli addetti alla cantieristica sono circa 3.000 più circa 550 fornitori.
Il sistema regionale della nautica da diporto è composto da una filiera completa in tutte le sue componenti. Sono presenti studi di progettazione, cantieri di costruzione, aziende di refitting, aziende dedicate ai servizi per la navigazione per un totale di 370 imprese e 2.300 posti di lavoro.



DITENAVE ha come riferimento per la propria missione le attività economiche, manifatturiere e di servizio, che abbiano o programmino di avere una significativa quota di fatturato in relazione alla filiera cantieristica e/o nautica.

Il percorso che ha portato alla costituzione del Distretto è stato caratterizzato da tre tappe principali:
1. la sigla di un Protocollo d'intesa tra la Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, Fincantieri SpA, Confindustria Friuli Venezia Giulia, Friulia SpA e AREA Science Park, finalizzato a definire e formalizzare il modello di governance del Distretto
2. la formalizzazione di Accordo di programma da parte dei soggetti fondatori
3. la costituzione dell’associazione Ditenave, organo di indirizzo, promozione, coordinamento del Distretto tecnologico navale e nautico del FVG.

DITENAVE è di supporto al conseguimento di livelli superiori di competitività tecnica ed economica dei settori della cantieristica navale e della nautica da diporto nel territorio del FVG, in particolare a favore del:
- SISTEMA della RICERCA, mediante lo stimolo e l’organizzazione del rapporto tra domanda e offerta di ricerca regionale per attivare sinergie e sviluppare progetti specifici nei settori navale e nautico
- SISTEMA dell’INNOVAZIONE con il supporto alle Piccole e Medie Industrie nella definizione e organizzazione progettuale e nella attuazione dei progetti:
> di Innovazione,
> di Sviluppo Industriale,
> di Trasferimento Tecnologico,
> di aggregazione tra operatori
> di facilitazione di accesso agli strumenti finanziari di supporto a favore delle PMI
- SISTEMA della FORMAZIONE mediante un indirizzo all’attività di programmazione ed attuazione degli interventi del Polo Formativo dell’Economia del mare, per rispondere ai fabbisogni emergenti di profili specialistici e manageriali in una logica di integrazione.



L’amministrazione regionale ha individuato e attivato specifiche linee di finanziamento, che sosterranno le attività del distretto riguardanti la ricerca, la formazione e l’innovazione, costituite da un mix di risorse pubbliche e private, nell’ambito di una programmazione di medio-lungo periodo, corrispondente alla programmazione comunitaria e del Quadro Strategico Nazionale 2007/2013 e con attenzione particolare alle linee di finanziamento comunitarie (fondi FESR e FSE).


DITENAVE è concepito in modo che i tre assi di intervento risultino sostanzialmente autonomi, ma coordinati nell’azione dalla Struttura Operativa di coordinamento e controllo dell’Ente gestore distrettuale: l’Associazione DITENAVE.
Nell’ambito dell’Associazione DITENAVE, gli organi di governo sono: l’Assemblea Generale, il Presidente e il Comitato di Indirizzo Strategico. Sul piano operativo, il Presidente si avvale della struttura dell’Associazione costituita da:

a. La Struttura di Coordinamento e Controllo Operativo che ha funzioni di gestione e di pianificazione a partire dalle proposte di intervento ricevute dai sistemi ricerca, innovazione e formazione.
b. Il Comitato Innovazione che individua le iniziative prioritarie per il rafforzamento della competitività dell’industria e per agevolare l’incontro tra domanda e offerta di innovazione.
c. Il Comitato tecnico consultivo per la Ricerca che esprime pareri non vincolanti in merito alle proposte progettuali formulate
d. Il Comitato tecnico consultivo per la Formazione che esprime pareri non vincolanti sui progetti formativi proposti.

Inoltre l’Associazione DITENAVE si avvale per la gestione del settore della ricerca del Consorzio per l’alta ricerca navale - RINAVE e per quanto riguarda la formazione, dell’ATS denominata Polo Formativo dell’economia del mare.



Molti soggetti promotori di DITENAVE, tra cui la Regione FVG, sono membri della Piattaforma Tecnologica Nazionale Marittima riconosciuta dalla Commissione Europea come punto di forza del sistema paese e come “mirror group” della Piattaforma Europea WATERBORNETP che considera i Distretti ad Alta Tecnologia strumenti prioritari per lo sviluppo delle proprie iniziative.

DITENAVE è così coinvolto nella mappatura delle necessità di ricerca sviluppate dalla Piattaforma, nella proposta del Piano Nazionale di Ricerca per il Mare - RITMARE e nel programma Industria 2015 sulle Tecnologie Marittime all’interno del quale le Regione si candida a capofila di un progetto per la dismissione di imbarcazioni in vetroresina al termine del ciclo di vita.
L’amministrazione regionale ha, inoltre, ritenuto che il Distretto possa avere i requisiti per candidarsi a livello ministeriale tra i distretti tecnologici riconosciuti a livello nazionale e per questo ha avviato un importante percorso con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della ricerca (MIUR).

A livello internazionale, si annoverano:
- l’adesione della Regione, unitamente al suo distretto Ditenave e ad Area Science Park alla Piattaforma Tecnologica del Mediterraneo e del Mar Nero - PTMB
- la diretta relazione di DITENAVE, per il tramite dei suoi principali attori, con il network europeo delle Università navali WEGEMT, con la rete di ricerca dei cantieri europei CESA-COREDES, e con il network internazionale di contatti di ricerca e innovazione
- la presenza di DITENAVE all’interno del network Conférence des Régions Périphériques Maritimes d’Europe - Conference of Peripheral Maritime Regions of Europe - CPRM
- la partecipazione, attraverso il Consorzio RINAVE e AREA Science Park, al Progetto transfrontaliero STARNETregio (Starring a trans-regional network of regional research-driven marine clusters).

Il Distretto rappresenta una concreta attuazione della logica che sottende alla Strategia di Lisbona perché l’obiettivo del conseguimento di livelli superiori di competitività tecnica ed economica dei settori cantieristico e nautico nella regione FVG viene assicurato agendo sui tre fattori del cosiddetto Triangolo della conoscenza, innescando processi virtuosi sulla Ricerca, sull’Innovazione e sulla Formazione.


 

 

Google
 
Cerca in Sala Stampa
Cerca in Pubblicazioni
UPDATE
RSS

12.03  07/10/2014

RICERCA:SERRACCHIANI, IL FVG ESPORTA RICERCA, ATTRAE "CERVELLI"

11.17  27/06/2014

UNA SOLUZIONE SEMPLICE PER I BIG DATA

15.46  26/06/2014

STUDIARE I GEMELLI PER CAPIRE IL PREGIUDIZIO

11.15  23/06/2014

GESTI CHE PARLANO

PERCORSI