Newwave Media srl

Trieste Città della Scienza

CNR

Consiglio Nazionale delle Ricerche - CNR

Istituto Officina dei Materiali (IOM), Istituto di Struttura della Materia (ISM), Istituto di Cristallografia (IC), Istituto di Scienze Marine (ISMAR)

Il Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR) è il più grande ente pubblico di ricerca in Italia. Fondato nel 1923, realizza progetti di ricerca di tutti i settori scientifici, promuove lʼinnovazione e la competitività del sistema industriale, lʼinternazionalizzazione del sistema di ricerca, e fornisce supporto tecnico-scientifico ai bisogni emergenti della società. 
A Trieste il CNR si articola in 4 Istituti di ricerca, l’Istituto Officina dei Materiali (IOM), l’Istituto di Struttura della Materia (ISM), l’Istituto di Cristallografia (IC) e l’Istituto di Scienze Marine (ISMAR). Quest’ultimo è quello con le radici più profonde nella tradizione scientifica della città, originando dalla “Scuola Nautica” fondata nel 1754. In tempi più recenti, la costituzione dell’Area di Ricerca di Trieste e lo sviluppo del laboratorio Nazionale di Luce di Sincrotrone Elettra hanno portato all’insediamento delle sezioni triestine di IC e ISM, e della sede dello IOM. La prevista nuova sede del CNR nel campus di Basovizza dell’Area Science Park unirà tutte le strutture scientifiche del CNR che operano a Trieste.

 

AMBITO DI RICERCA:
Il CNR realizza progetti di ricerca in tutti i settori scientifici, promuove lʼinnovazione e la competitività del sistema industriale, lʼinternazionalizzazione del sistema di ricerca, e fornisce tecnologie e soluzioni ai bisogni emergenti nel settore pubblico e privato.

IOM e ISM operano nei campi delle nanoscienze, dei nuovi materiali e delle nanobiotecnologie. IC è specializzato nello studio della relazione tra funzione e struttura molecolare in Biologia, Chimica e Fisica. ISMAR opera in ambito marino e atmosferico, nelle osservazioni meteorologiche e nei campi dell’oceanografia chimica e fisica.

APPLICAZIONI:
Nuovi materiali per energie rinnovabili, sensoristica, nanomanipolazione di sistemi biologici, tecniche fisiche-chimiche per i beni culturali e l’ambiente, sviluppo di metodi e strumenti scientifici sperimentali e di simulazione teorica. Biotecnologie per la Salute con applicazioni farmaceutiche. Monitoraggio climatico, marino e geologico in aree polari, oceaniche e mediterranee.

COME SI RAGGIUNGE:
Da Trieste: Autobus 51 e 39 (corse deviate) dalla Stazione centrale

VISITA:
Laboratori di nanoscienze e nanotechologie, di biochimica e biologia Strutturale, linee di luce presso il sincrotrone Elettra.

GIORNI E ORARI DI APERTURA AL PUBBLICO:
Lunedì – Venerdì, dalle 9.00 alle 17.00

SCUOLE: Si

DURATA: 2 ore

ACCESSIBILITÀ: senza barriere architettoniche